07 maggio 2010

Tolerância de ponto

Tolerância de Ponto in Portogallo indica un giorno di festa autorizzato. Da chi? Dal governo, dal patronato etc.
Di solito é destinata a quei giorni che non sono dichiaratamente festa nazionale, come per esempio il pomeriggio del 24 e 31 Dicembre e il pomeriggio del Giovedí Santo, ma che in qualche modo sono concessi ai lavoratori da sempre (o quasi). Per alcuni lavoratori rimane comunque un' entitá mitologica, metá pacchia metá no, perché non l'hanno mai vista e forse non ci credono neanche che esista.

La prossima settimana il Papa sará in visita in Portogallo. Arriva l'11 e se ne va il 14.

Qualche giorno fa sono passata in Praça Marquês de Pombal, cuore di Lisbona, una rotonda gigantesca circondata da palazzi. Uno di questi palazzi era completamente tappato da un enorme, direi ciclopico manifesto che annuncia la visita del Papa.
Il 13 Maggio, proprio in occasione della visita del Papa il governo ha decretato la Tolerância de Ponto per i funzionari pubblici. In realtá la Tolerância é estesa al pomeriggio dell'11 per la zona di Lisbona e la mattina del 14 per la zona di Porto, giorni in cui il Papa celebrerá la messa nelle rispettive cittá. La prossima settimana insomma si ferma un paese per la visita di un capo di stato.

Domanda 1: ma questo non era il paese a rischio fallimento? Quello con le chiappe all'aria? Quello che insomma basta che si tiri la catenella e vai giú che vai? Dov'é la necessitá di fare festa? Di non lavorare? Ma dico, stiamo scherzando?
Domanda 2: considerando il numero enooooooorme di funzionari pubblici di cui "gode" il Portogallo, ci sará posto per tutti a Fátima il 13? E no, perché io li immagino giá tutti in pellegrinaggio verso Fátima, tutti lí ansiosi di vedere il Papa e poi nisba, niente da fare, si torna a casa, perché non c'é posto per tanta gente.
Ma stesseme pazzianne?

Tu, Governo, non ti pigli scuorno?

6 commenti:

mammamanga ha detto...

teso' i governi da tutte le parti prendono decisioni sconsiderate...e noi ci andiamo di mezzo...
un abbraccio
:)

Viz ha detto...

e vogliamo parlare delle bandierine del papa ai balconi?

io mi sono già rotta le palle...

tolerancia de ponto per il papa e poi ci sono i centri commerciali aperti il 25 aprile e 1º maggio, che dovrebbero essere festività per menti pensanti... invece qui servono per andare in spiaggia

concordo con il tuo "Ma stesseme pazzianne?", vorrei dirtelo in milanese, ma non lo so :D

Viz ha detto...

ti ho citata qui http://viz-everywhere.blogspot.com/
e ancora non so come andrò al lavoro oggi...

Anonimo ha detto...

As ruas de Lisboa esvaziaram-se de carros; os passeios encheram-se de gente

che sia per questo?
Antonio

伯函 ha detto...

大家隨便說,說什麽都好,就是請不要惦惦.............................................

Mammazan ha detto...

Ho letto il post ( a dire il vero ne ho letto almeno 7 o 8 e mi hai fatto fare delle belle risate!)..
Oltre alle tue considerazioni ma si potrà mai immaginare quanto costa la visita del papa all'erario portoghese?
Sì perchè alla tv hanno detto che pagano tutto i paesi, le città in cui il papa va in visita..
baci