12 ottobre 2010

Contrabbando

Questa volta ho superato me stessa. Sono stata cosí lontana dal blog che lui stesso mi ha detto: «Pigliate scuorne!».

Mea culpa, mea culpa...

Il fatto é che il tempo é sempre poco e quel poco pare sfuggirmi dalle mani ed io, diciamola tutta, mi sento un pó annientata. Mi sento come se fossi stata masticata e sputata. Il rigurgito di un ruminante.

Le vacanze in Italia sono lontane. Sono stati 10 giorni deliziosi, di coccole, “nonnitudine e ziitudine” per David, di amici che sono riuscita a rivedere. Alcune persone non le vedevo da 10 anni, santa padella, e non sono cambiate per niente! Vedi per esempio MammaManga, uguale a quando ci incontravamo sul regionale Salerno-Napoli, o nei corridoi dell’Universitá, o in qualche evento “mondano” durante l’Erasmus a Lisbona. E i suoi bimbi? Due tesori! Il grande, Davide, é un ometto ormai, piú alto di sua madre, sulla via dello sciupamento di femmine che l’imminente adolescenza lascia presagire. Ci ha accolto, me e David, come solo un bimbo dal cuore grande puó fare. David ha parlato di Davide per giorni, lo vorrebbe come mano (fratello) piú grande!
Il piccolo, Stefano, un amore di bimbo, bello, tranquillo, simpatico, dolce, mangione e sciupafemmine in fieri pure lui. Io me ne sono innamorata, io, quasi quasi, me lo portavo con me sul traghetto del ritorno. Adesso ci mancano tanto, ma proprio tanto, tutti gli Araujo no coração.

Ho rivisto un’amica del liceo che ha fatto, tra le altre cose, due bimbi bellissimi. La piú piccola, meno di un anno, é un’autentica bambolina dalla bocca di rosa. Bella, bella, bella!

Ho conosciuto poi una bloggheressa che avevo proprio tanta, ma tanta voglia di conoscere. Il poco tempo a disposizione mi ha lasciato quella sensazione di:« Ok, va bene, quando ripetiamo?». Speriamo presto Dida.

David ha scoperto il gelato al pistacchio. Entitá quasi mitologica in Portogallo, in Italia ce lo siamo sbafati un giorno si e l’altro pure. Io ho ritrovato il piacere di pagare un gelato, 2 gusti, un euro. Il pistacchio era il gusto default, l’altro era molto random, a seconda dell’umore. Ovvio che il cioccolato era la morte sua.

David ha realizzato il suo sogno di mangiare pasta tutti i giorni. É arrivato al punto di aprire la dispensa ed indicare alla nonna la pasta di suo gradimento per quella giornata. Io ho ammazzato quasi tutte le nostalgie culinarie che avevo, compresi i ciurilli fritti, compresa la pizza. E qui, fatemelo dire, per gentile cortesia del Sig. Puparuole, che fa una pizza da inchino. Puparuole, aspettami, ritorneró ai tuoi tavoli!

Ho anche scoperto grazie a mio fratello che, se il tempo a mia disposizione non fosse cosí poco, diventerei facilmente una tossicodipendente da Starcraft II , con sommo gaudio di mio figlio che vorrebbe tanto assistere a una partitella di Stracraft per chiedere:«Ma i cattivi (os maus) chi sono? E i buoni (os bons)?». E invece si deve ciucciare SuperMario ed un orrido gioco con delle galline volanti che ultimamente suo padre gioca al PC.

Ho ritrovato il caldo azzeccoso, qualcosa di cui non sentivo la mancanza. In Portogallo fa caldo, a volte ed in certe zone c’é da arrostirsi col caldo che fa. Ma brucia, non azzecca.

Ho pensato che un giorno di questi mi arresteranno per contrabbando, dall’Italia al Portogallo, di gianduiotti Novi, torrone avellinese e deodorante Neutro Roberts stick!

7 commenti:

Dida70 ha detto...

cara Tina, la sensazione è reciproca perchè il tempo trascorso insieme è stato davvero pochissimo e da buona food-blogger quale sono, la prossima volta ci andiamo a fare una mangiata che ne dici? pizza...panini...pasta...gelati poi decidiamo cosa scegliere che le alternative non ci mancano! ma qualche fotina si può vedere?
ah ma chi è il sig. Puparuole? fammi sapè che io qua stò e così vado pure io ad assaggiare questa pizza!
un bacio a te e David
dida

BigGreenEyes ha detto...

Devono essere stati giorni intensissimi, eh?! Spero abbiano un po' placato "le saudadi"!! E' sempre bello tornare a casa, vero? io mi sono un po' emozionata leggendo il tuo post!! Un abbraccio! *w*

Anonimo ha detto...

finalmente passi da questa parti :)
buono il pistacchio!
valescrive

alleg67 ha detto...

come ti capsico, tu fai contrabbando di poche io molte di piu', anche di pasta, riso, farina per la macchina del pane...ettc....
ma dai hai visto mammanga come sta?
devo scriverle...

sono contenta che tutto sia andato bene, buon rientro allora... :)

unika ha detto...

Tina ma che bello...hai conosciuto giusy:-) immagino come sei stata bene insieme ai tuoi cari...un bacione
Annamaria

Tokyonome85 ha detto...

Gelato al pistacchio? come ti capisco! beh se arrestano te, a me avrebbero dovuto darmi l'ergastolo. Sono stata capace di caricare una valigia con solo cibo, 15kg di roba da mangiare, con la paura che gli agenti inglesi mi sequestrassero tutto!

unika ha detto...

Quest'anno ho organizzato lo swap natalizio....spero vorrai partecipare anche tu:-) ti aspetto nel mio blog dove è tutto spiegato come avverrà:-) un bacio
Annamaria