12 settembre 2008

Non me lo spiego, ma funziona!

Non credo di averne mai parlato o forse si, magari solo accennando, sta di fatto che David ha una bisnonna portoghese. Ha più di ottant'anni, i capelli bianchissimi come la neve e vive con una cognata di pochi anni più giovane. Le due donne sono antitetiche, si sopportano, ma a volte si odiano. Una mangia molto, l'altra mangia poco. Una vuole uscire, l'altra preferisce stare in casa. Peró stanno sempre insieme; nella loro vecchiaia trovano in questo modo una maniera per sconfiggere la solitudine.

E, credetimi, chi si trova a contatto con questa bisnonna, che David chiama Vó Toia (nonna Antonia), non si sente mai solo. Vó Toia é una mitragliatrice della parola, passa il tempo a parlare, a raccontare storie, fatti che non sono suoi, ma te li racconta lo stesso etc.
Ecco perché David parla assai: uno zio italiano noto per farti una capa tanta e una bisnonna portoghese che non si sta mai zitta.

A noi Vó Toia piace assai, più che andare a trovare i suoceri, quando andiamo in campagna, andiamo a trovare Vó Toia.
Vó Toia é un mondo di storie, di battute, qualche parolaccia in portoghese di cui peró chiede sempre scusa dopo. Insomma Vó Toia é nu pariamente.

Tra le tante qualitá di Vó Toia ce n'é una che, onestamente, mi lascia sbalordita. Mi ha sempre raccontato che se qualcuno perde qualcosa le chiede di pregare affinché l'oggetto perso riappaia.
Vó Toia prega e quello che é perso si ritrova.
Non sempre pregando funziona, ma lei dopo la preghiera é perfettamente in grado di dirti se quello che hai perso lo ritrovi o no. E non fallisce.

Mi ha raccontato di familiari che hanno perso portafogli, amici che non trovano certi documenti, chiavi che sembrano essersi dileguate. Vó Toia si ritira, prega e se alla fine della preghiera sente il canto di un gallo vuol dire che quello che é perso si ritroverá.

Io non le avevo mai fatto una richiesta del genere (nonostante di storie di cose perse ne abbia molte!) e in realtá non sono stata io a chiederglielo, ma mia suocera. Succede che abbiamo perso un oggetto al lavoro, lo abbiamo cercato per giorni e giorni senza trovarlo. Quando mia suocera lo ha saputo ha interceduto presso Vó Toia. Che ha pregato, ha ascoltato il gallo e poi ha detto: lo troveranno.
E non é che il giorno dopo abbiamo ritrovato l'oggetto?

Lei ha paura che le dicano che si tratti di bruxaria (stregoneria); in fondo quello che fa é una semplice preghiera.

Onestamente non so come ci riesca, ma funziona! Ne ho le prove!

PS: E mo' non iniziate a chiedermi di intercedere presso la bisnonna perché da quello che ho capito funziona solo se lei conosce la persona...

PS2: Stiamo meglio, ma soprattutto David sta meglio, grazie a tutti quelli che si sono preoccupati, bem haja!

10 commenti:

leucosia ha detto...

menomale ero in pensiero!
bellissimo ritratto della bisnonna, magico direi!

cielolibero ha detto...

Peccatos... già vedevo la fila per gli oggetti scomparsi!
:-)
Buon fine settimana.

Crazy time ha detto...

pure io come cielo!

cavolo, invece di leggere Toia, ho letto Troia. Ho detto, che sfiga di nome!

vabe', mi vado a ricoverare ;)

felice di sapere che state bene

Sara ha detto...

Ciao Tina!!!
Leggo solo ora che siete stati poco bene e mi dispiace; meno male che ora state meglio!
Qui la scuola è ricominciata (ass fa 'a maronn'...) ed io sono di nuovo strapiena di lezioni...
Ma allora, che fai, vieni un po' in patria? :D
Vi mando un bacione
Sara

wwm ha detto...

Ho sempre sognato di incontrare una persona così! Un post magico direi...

carla01 ha detto...

che bella storia!!! lo sai che anche da noi in Sardegna strega si dice bruxia????

BigGreenEyes ha detto...

Ho dei problemi col mio pc a casa e non ho potutto ebntrare in internet negli ultimi giorni..
Grazie per il commento e mi fa piacere che tu e David stiate meglio!!
Che bella la storia di Vò Toia, deve essere una persona davvero speciale! :)

Vita di mamma ha detto...

Valé... ma come, Vó Troia ?!? :)
Questo fine settimana siamo stati in campagna e Vó Toia, che la settimana scorsa ha avuto dei dolori forti al ginocchio, vedendo il nipotino si é subito rimessa in sesto!!!
Un saluto a tutti!

khornetto ha detto...

Scusa se rompo l'idillio, ma magia e relgione sono praticamente la stessa cosa. Non esiste davvero discontinuità dell'una dall'altra. Forse l'unica differenza (in capa alla gente) è che la seconda è "rispettabile", perché si è fatta pensiero unico, soltanto, in definitiva, perché ha vinto su altre credenze (una questione mermamente numerica). Simpatica però la nonnina

Vita di mamma ha detto...

Simpatica assai, non c'é dubbio.
Hai ragione, hanno uno status diverso, ma non sono discontinue. Alla base c'é sempre una credenza.